ANEDDOTI E RICETTE DAL MONDO

Pancake: una frittella piena di storia

Il martedì grasso coincide con un’altra ricorrenza, ovvero il Pancake Day 🥞

In Italia oggi è martedì grasso, ovvero l’ultimo giorno di carnevale nonchè l’ultima occasione per poter mangiare chiacchiere e castagnole, prima dell’inizio della Quaresima. Questo giorno nei paesi anglofoni è chiamato Shrove Tuesday, e riccorre l’usanza di preparare i pancake, proprio per l’esigenza di consumare le ultime uova e i vari grassi, prima di iniziare il periodo di penitenza 🥚

Ma qual è l’origine dei pancake? Se viaggiamo nella Storia, sino ai tempi dell’Antica Grecia, possiamo trovare una traccia negli scritti di Cratino e Magnete, i quali nominavano delle frittelle chiamate teganites, nome che derivava dal tegame utilizzato per la cottura. Questi erano preparati semplicemente con farina, olio di oliva, acqua e poi guarniti con miele e formaggio fresco. Anche durante l’Impero Romano si ha una testimonianza di un dolce simile, gli Alita Dolcia preparati però con latte, farina, uova e un mix di spezie 🏺

Occorre attendere il Medioevo affinchè questo dolce, oggigiorno tanto famoso, inizi ad essere mangiato in tutta Europa fino ad arrivare in Russia, con diverse varianti a seconda delle usanze locali. Il pancake americano, che tutti noi abbiamo provato almeno una volta, si presenta più spesso e soffice e viene solitamente servito con lo sciroppo d’acero 🍁

Banana, frutti di bosco, marmellate, nutella e gocce di cioccolato… voi come decorate i vostri pancakes? 👨‍🍳